Covid19: impatto negativo sulle visite specialistiche

11 Gennaio 2021

Oggi è importante analizzare gli effetti del Covid19 sulla cura dei tumori.
Nei primi cinque mesi del 2020, secondo una stima dell’Osservatorio nazionale screening, sono stati eseguiti circa 1,4 milioni esami di screening in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Un ritardo che si traduce in una netta diminuzione di nuove diagnosi e rallentamenti negli interventi chirurgici.

Eppure i dati degli ultimi anni sono confortanti: milioni di persone sono guarite oppure convivono con la malattia, accedendo precocemente alle cure.

Certo, l’impatto emotivo del tumore e del percorso di cura è molto forte, basti pensare che oltre il 65% dei malati soffre di disturbi psicologici causati dalla diagnosi.
A un disagio provocato dalla malattia, si sono aggiunte tutte le conseguenze generate dalla pandemia, letale per un paziente oncologico su quattro.

” I malati di cancro però — sottolinea Francesco De Lorenzo, presidente Favo e past president della European Cancer Patient Coalition — constatano con viva amarezza che nella fase 2 è stato invece fatto molto poco per garantire continuità di accesso alla diagnosi, ai trattamenti terapeutici e agli screening, condizione questa che porterà a registrare inevitabilmente un consistente aumento del numero di morti per cancro, non soltando nel 2021, ma anche negli anni successivi.” qui l’articolo completo

Già nel mese di maggio la FAVO, Federazione delle associazioni di volontariato in oncologia, aveva evidenziato il problema.
Con lo scoppio dell’epidemia il 64% degli interventi chirurgici oncologici ha subito rallentamenti e le visite specialistiche sono diminuite del 57%.
Le associazioni, i pazienti e la comunità scientifica hanno stilato un documento per chiedere interventi urgenti delle Istituzioni, ancora latenti nell’affrontare la questione.

Post- Covid19: promozione delle rete regionale


La medicina oncologica chiede un rafforzamento dell’assistenza a livello regionale. La malattia ha un forte impatto sulla vita del paziente e delle persone che lo assistono quotidianamente, quindi è necessario implementare l’organizzazione a livello nazionale e locale.

La creazione di reti oncologiche regionali e il potenziamento della telemedicina consentirà di migliorare i livelli di appropriatezza, di garantire un accesso più equo alla cure e di risparmiare risorse consentendo la diffusione e l’uso di farmaci innovativi.

Il mondo della ricerca e della medicina oncologica si prepara a nuove sfide, tra le quali salvare almeno tre milioni di vite entro il 2030.
La mission rappresenta una grande opportunità per unire eccellenza e assistenza al fine di prevenire, ottimizzare la diagnostica e le cure e migliorare la qualità della vita del paziente.

Non si muore di solo Covid19 ed è necessario per i pazienti riprendere i percorsi specialistici interrotti negli ultimi mesi.

  • Home
  • News
  • Covid19: impatto negativo sulle visite specialistiche

Entra in contatto con Wave Pharma
Via Lima, 35 - 00198 Roma

Contact Wave Pharma
Via Lima, 35 – 00198 ROME

Lavora con noi

Career opportunities

Sei interessato al mondo farmaceutico e vuoi lavorare in una realtà in continua crescita?
Do you have an interest in the world of pharmaceuticals, and in finding employment with a continuously growing concern?

Area riservata

Reserved area

Area riservata a medici e farmacisti per visualizzare gli RCP dei prodotti
Area reserved for physicians and pharmacists to view the summary of product characteristics (SPC).
Seguici su
Follow us on
WAVE PHARMA S.r.l. | P.IVA / CODICE FISCALE 11691441007 | Capitale sociale euro 100.000
WAVE PHARMA S.r.l. | VAT / FISCAL CODE 11691441007 | Share capital 100,000 euros
Sviluppato da ThinkNow
Developed by ThinkNow